Un sorriso che funziona

“Bello ma non Balla…”

Sapete che un sorriso davvero “bello” deve anche avere una corretta “funzione”? Eh sì, in natura estetica e funzione vanno praticamente sempre a braccetto.

Infatti, per i canoni estetici dell’odontoiatria, un “bel sorriso” è davvero bello perché funziona! Viceversa quando “funziona” è scontato che sia anche bello!

I nostri denti infatti hanno 3 funzioni:

  • masticatoria
  • fonatoria
  • estetica

Dunque l’estetica è solo uno degli obiettivi delle nostre riabilitazioni.

Entrando più nello specifico, vediamo a cosa servono ad esempio gli INCISIVI, gli attori protagonisti del nostro sorriso.

Gli incisivi hanno la funzione masticatoria di Taglio: ci permettono di incidere, tagliare e strappare. Chi ha l’hobby del cucito spesso si accorge di qualcosa che non va… “dottore non riesco più a tagliare il filo coi miei denti”😰.

 

Un’altra funzione importantissima è quella fonatoria.
Infatti, gli incisivi partecipano all’articolazione di diverse lettere. Quando dobbiamo ricostruire un “nuovo sorriso” prendiamo la pronuncia di alcune lettere come parametro di valutazione per la grandezza e la posizione degli incisivi.

 

 

Ne sono un esempio le lettere “F” e “V” nelle quali il margine degli incisivi superiori deve sfiorare il labbro inferiore. Provate a dire volare o farfalla davanti allo specchio!

Bene, in questo modo possiamo decidere quanto debbano essere lunghi gli incisivi.

Un nostro paziente durante la valutazione della pronuncia di alcune lettere.

Oppure prendiamo il fonema “S”… provate a dire “sassari” o “sassuolo”… ecco, la pronuncia corretta di questo fonema è dovuta alla formazione di quello che si chiama “canale della S”. Questo ci permette di stabilire la posizione reciproca degli incisivi superiori e inferiori: incisivi più in avanti o più indietro possono allargare o stringere l’ampiezza di questo canale.

Un’errata posizione di questi rapporti può essere causa di quegli sgradevoli fischi o sibili…

Soltanto alla fine arriva la funzione estetica! Stabilita la grandezza degli incisivi superiori e la posizione degli inferiori si possono applicare i criteri meramente “estetici” descritti nel nostro precedente articolo. Questi parametri sono frutto di studi su campioni numerosi della popolazione e analisi statistiche, ma alla fine ognuno di noi merita un sorriso tutto originale. Per questo ci piace parlare di “progetto individualizzato del sorriso”, vedremo più avanti le fasi per realizzarlo.

Condividi:

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie e può richiedere i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.